23
July , 2018
Monday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

Fiofa promuove Fronte dello Spettacolo

Posted by adminfiofa On dicembre - 1 - 2010

L’importanza della Fiofa e delle sinergie: “Il Fronte dello Spettacolo”. ( di Tiziana Etna)
Studiando l’aggressività delle varie comunità tribali la dottoressa Benetict, nel 41’, coniò il termine sinergia e definì ad alta sinergia quelle comunità dove  le azioni che avvantaggiavano l’individuo , favorivano la totalità del gruppo. “Sinergia” è lo stato in cui le singole parti che compongono un organismo lavorano a proprio vantaggio, ma è proprio questa azione in un certo senso definibile “egoistica” ad operare per il bene dell’organismo. In questa ottica la Fiofa, che riunisce le organizzazioni dei vari festival dislocati su tutto il territorio nazionale, attraverso il fiofamagazine si pone l’obbiettivo, forse ambizioso o forse utopico, di diventare una piattaforma per quanti vivono il settore musicale, con l’auspicio di veder crescere una rete dove ogni singola realtà, lavorando per il proprio sviluppo, opera per lo sviluppo armonico e la trasformazione di un contesto fortemente in crisi.
In assenza di una legge che ci tuteli, senza una strategia di mercato chiara, con la presenza delle nuove tecnologie e delle dirompenti forme di comunicazione, le quali, impongono innovativi sistemi di propaganda artistica musicale che sua volta si scontrano inevitabilmente con la carenza di locali e d’occasioni sia di vetrina che di guadagno; l’unione delle singole parti, nella ricerca di soluzioni, sembra essere davvero l’unica azione possibile. Mancano mezzi ed opportunità e quindi, soprattutto i giovani artisti, annaspano tra la vocazione, il sogno e la consapevolezza di un destino incerto. Parlando di artisti emergenti è doveroso menzionare i talent show, i quali però, spesso, invece di tirar fuori talenti, modellano personaggi stereotipati in base alle esigenze di spettacolo. Proviamo a pensare ai  grandi della musica Italiana, ad esempio Vasco, De Gregori, De Andre’, Dalla, Guccini, Zero… ecc, considerando le loro personalità, le loro voci sporche e i loro suoni sperimentali e al modo per niente canonico di intrattenere il pubblico, è facile  comprendere come certi format televisivi siano fuorvianti alla scoperta dei veri talenti; e viene da pensare che se i grandi artisti sopracitati agli esordi della loro carriera (e ribadisco se) si fossero presentati ai casting, sarebbero sicuramente stati scartati. L’artista non è solo pura tecnica e neanche un immagine studiata al tavolino. Per spezzare una lancia in favore dei talent show, c’è da dire che se casualmente ci inciampa un fenomeno, la giuria più o meno competente ed il pubblico “da casa”non possono restare indifferenti, però, per essere considerato prodigio l’artista deve prima di cominciare il percorso/scuola che lo condurrà al professionismo, possedere: (naturalmente)  talento, tecnica, idee innovative, personalità artistica e presenza scenica e non guasta se al tutto si assomma una trasgressiva e bella presenza fisica. Se esiste un prodigio è giusto che non resti nascosto e considerando la crisi attuale, tutto sommato, questi talent show sono l’unica risorsa di chi è proprio determinato a voler realizzare il sogno, ed ha i numeri per farlo. Certo a rifletterci non ne vengono in mente molti, personalmente ritengo che Marco Mengoni si avvicini all’identikit del fenomeno. Come per altri settori,c’è chi dice che anche qui, la costanza ed il lavoro duro prima o poi premiano,  lo ha dimostrato Natalie vincitrice dell’ultima edizione di X Factor, a quanto pare orgoglio e figlia del Mei, nell’occasione e in proposito più volte menzionata. La vecchia, cara, utile e formativa gavetta è ancora oggi la via migliore. Il problema è : dove, come, con e grazie a chi?… se mancano spazi, se i locali non fanno più suonare, se le collaborazioni non godono di tutela, se il panorama musicale è gestito interamente da quelle due grandi etichette che a loro volta vanno a braccetto con i canali televisivi principali, se non c’è più mercato e i produttori indipendenti non possono rischiare, se, se a altri se… Per fortuna, malgrado i tanti problemi demotivanti, la mancanza di fondi e di sostegno istituzionale c’è ancora qualche organizzazione che sfida la crisi, ponendosi addirittura l’obbiettivo di risolverla, aggirarla, affrontarla e speriamo dimenticarla, che crede ed opera in favore del valore educativo, del poter aggregante, della forza del linguaggio musicale e del messaggio sociale di cui solo la musica e la canzone d’autore è capace, mettendo in evidenza sentimenti, pensieri e disagi generazionali tanto da diventare rappresentativi di un epoca. Ecco che i festival più o meno importanti, ricoprono un ruolo fondamentale offrendo la possibilità di farsi conoscere e avanzare a piccoli passi, ma anche questi sono sempre più penalizzati e sempre meno sostenuti. Unire le forze sembra essere  davvero l’unica azione possibile, soltanto un’alta sinergia tra gli enti, le associazioni di categoria, tra i fornitori di servizi e materiali e gli artisti, può prevenire e curare un organismo malato in cerca di una medicina. Occorre prima i tutto avere una visione chiara di quanto sta accadendo, ci troviamo in un momento di passaggio dove il problema non sembra più essere la morte del disco, cd o vinile, ma della musica stessa, che senza quel mercato si trova inevitabilmente con le spalle al muro e senza più gambe per proseguire. Unire le forze per trovare una soluzione unica e sinergica, che tenga conto di tutto e di tutti non è facile, ma se uno spiraglio esiste, uniti  con lo stesso intento di salvare la musica, sarà possibile scorgerlo ed attuarlo.
Per questo motivo la FIOFA ha lanciato ed è promotrice del “FRONTE DELLO SPETTACOLO” movimento per il sostegno, la tutela e la promozione delle attività artistiche e produttive. (Tiziana Etna)

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Recent Comments

F.I.O.F.A è l’acronimo di Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’Autore: una nuova realtà nel panorama musicale italiano nata per valorizzare e ampliare gli sforzi di tutti i festival più sani e generosi dedicati alla musica emergente di qualità, in particolare a quegli artisti e autori impegnati nella cosiddetta arte- canzone.

Recent Comments

CHRISTMAS ROCK SI FA IN 2!

On nov-21-2011
Reported by adminfiofa

IMAIE è degli ARTISTI

On nov-18-2010
Reported by adminfiofa

FIOFAMAGAZINE TVnews

On dic-23-2010
Reported by adminfiofa

Recent Posts