28
May , 2018
Monday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

La nuova LEGGE SULLA MUSICA non è stata approvata…

Posted by adminfiofa On ottobre - 4 - 2010

pino-scarpettini1

Cari Amici, questo è l’inizio di un cammino che faremo insieme per cercare di migliorare il nostro mondo, un mondo che parla di musica e di tutto quello che gli ruota intorno e che è racchiuso nella realtà dello spettacolo. Un mondo che vive di passione, ispirazione, creazione, esibizione tra studio, sacrifici, rinunce, speranze, delusioni e successi. Un mondo che colora la vita della società che ne fruisce, la diverte, la fa innamorare, pensare, sognare, e di cui si serve per dare grandi messaggi. Un mondo in cui la gente si rifugia per dimenticare i suoi problemi. Eppure questo fantastico mondo che produce anche introiti importanti, posti di lavoro ed ha un indotto di cui i media si nutrono, è considerato un settore “superfluo”. Già proprio così, ed in virtù di questa considerazione passiamo sempre in seconda linea quando si tratta di avere ciò che ci spetta come gli altri settori. Basta dire che manca da 45 anni una nuova Legge Quadro che regoli, tuteli e sostenga questo mondo e chi ne fa parte. Non a caso ho fatto questa premessa perchè sabato 2 ottobre ho avuto la prima riunione di ripresa attività del COORDINAMENTO NAZIONALE degli AMICI DELLA MUSICA di cui facciamo parte ed è emerso un quadro piuttosto allarmante. Vi do solo un flash di quanto ho appreso, perchè mi riservo nella prossima nostra chiaccherata  di approfondire queste notizie e di passare ad un’azione di attacco “pesante” con una serie di conferenze stampa per denunciare la gravità di quello che è accaduto. In breve :
- Le nostre proposte di legge n. 1647 e 1550 per una NUOVA LEGGE SULLA MUSICA E LO SPETTACOLO DAL VIVO, per una maggior tutela, regolamentazione del settore e per un sostegno alle attività artistiche e produttive, legge che manca, come ho detto,  da ben 45 anni e per la quale abbiamo lavorato in simbiosi con AMICI DELLA MUSICA, dopo aver passato le varie fasi delle Commissioni Cultura e Lavoro della Camera dei Deputati ( l’iter è lungo e macchinoso ) siamo giunti alla firma del Ministro Bondi, ormai d’accordo, ebbene, dopo questo gran lavoro e dispendio di energie, si è bloccata sull’ultimo gradino. Come mai? semplicemente perchè una componente del settore spettacolo ” CINEMA” si è messa di traverso ostacolando l’ultima approvazione, motivando di non essere d’accordo sulla sua stesura così come esposta……. risultato: Il Ministro non ha firmato in quanto non siamo tutti d’accordo e se non c’è intesa tra tutte le componenti non si va avanti… La cosa è scandalosa e vergognosa, e penalizza esclusivamente tutto il nostro settore MUSICA…….. il perchè è facilmente intuibile, ma mi riservo di essere più preciso nella prossima comunicazione, quando avrò elementi completi e quando passeremo all’attacco portando tutto quanto a conoscenza dell’opinione pubblica.
- la stessa cosa è accaduta anche per il famoso DECRETO ENPALS riguardante i contributi in riferimento ad una legge del 1947 ( pensate un po’ se oggi può essere attendibile) e confermato appunto da un Decreto Ministeriale del 29 gennaio 2003. Un Decreto che penalizza le piccole case discografiche e chi si autoproduce con l’obbligo di pagare, pagare e sempre pagare contributi su copie stampate anche in minime quantità e non vendute….. vi faccio un esempio: pagare 1.000 euro di contributi previdenziali per un album di 11 canzoni, indipendentemente dal fatto che si siano vendute ( e quindi fatturate) 25 copie durante uno showcase gratuito, o che se ne siano vendute 30.000. Bene eravamo arrivati ad ottenere l’esenzione fino ad un minimo di copie sotto le 2,500……. ma anche qui, alla conclusione esce un colpo di mano delle Majors (la Fimi con alleata la Pmi) hanno fatto in modo di far saltare l’accordo. Il pretesto: la Cisl ha disconosciuto la Fistel alla firma dell’accordo (bravi questi sindacati!!) e tutto il lavoro di questi 2 anni è da rifare, perchè tutto è tornato come prima. Anche qui il perchè è intuibile, spazzare via tutta la piccola produzione…… ma aspetto i particolari e ci risentiamo.
A QUESTO PUNTO NON STAREMO A GUARDARE MA DOVREMO PASSARE AL CONTRATTACCO AFFINCHE’ LA VERA PRODUZIONE ARTISTICA ITALIANA NON VENGA SOFFOCATA. PER QUESTO CHIEDEREMO UNA MOBILITAZIONE GENERALE DEL SETTORE MUSICA!…..
UN CARO SALUTO
IL PRESIDENTE
PINO SCARPETTINI

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Recent Comments

F.I.O.F.A è l’acronimo di Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’Autore: una nuova realtà nel panorama musicale italiano nata per valorizzare e ampliare gli sforzi di tutti i festival più sani e generosi dedicati alla musica emergente di qualità, in particolare a quegli artisti e autori impegnati nella cosiddetta arte- canzone.

Recent Comments

Gegè Telesforo vince il Jazzit Award

On gen-30-2011
Reported by adminfiofa

Spazio d’Autore gran finale

On lug-20-2011
Reported by adminfiofa

Su Itunes L’ALTRA ME – l’EP di Alessandra Lozzi

On set-10-2012
Reported by adminfiofa

Demo Rai 3.000 puntate!

On mar-26-2011
Reported by adminfiofa

Recent Posts