18
September , 2018
Tuesday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

sinergie dei festival:report

Posted by adminfiofa On marzo - 3 - 2011

REPORT  RIUNIONE PER UNA SINERGIA DEI FESTIVAL

DAL 19 FEBBRAIO 2011 A BOLOGNA

di Sergio Garroni

Alle ore 14.30 del 19 febbraio si è tenuta la programmata riunione per la sinergia dei Festival, convocata da Giordano Sangiorgi, Patron del M.E.I.

Presenti numerosi Festival e Concorsi della canzone

tra i quali i nostri Federati  “Voci per la libertà” e “Musica Controcorrente” .

Giordano Sangiorgi espone agli intervenuti un esauriente “escursus” sullo stato dell’arte evidenziando tutti i problemi, d’ordine sociale e congiunturale che attraversano la nostra società e, ovviamente, i festival associati alla Rete.
Giordano dice che, dal 2008 ad oggi,  siano transitati all’interno della rete circa 200 festival, di vario tipo e caratura  anche se non dice con esattezza quanti ne siano rimasti. L’idea che ce ne siano una cinquantina.

Giordano imputa il fatto, anche alla crisi economica e alla stretta  sui fondi pubblici che come noto sarà sempre maggiore.
Di fatto la rete dei Festival, portata avanti da MEI e Giuseppe Casa, e da suoi collaboratori di Marte Live, langue un po’ e fino ad oggi ha creato movimento ma, anche e soprattutto in virtù della vitalità di alcuni festival storici.
Occorre quindi che si trovino nuove strategie operative, nuove energie  e persone che si uniscano per vedere come riattivare la rete.
L’interesse c’è, ed è dimostrato dalle tante presenze alla riunione però sembra ci siano più “bocche da sfamare e alla ricerca di soluzioni per i rispettivi festival” che persone che offrano pane e soluzioni.
Giordano Sangiorgi chiede quindi se qualcuno intenda intervenire .
I report degli interventi saranno fatti, come di competenza, da una relazione che predisporrà Sangiorgi e noi ci limitiamo a cenni degli interventi dei nostri associati Voci per la libertà e Musica Controcorrente.
Interviene, per Musica Controcorrente, il Patron del concorso Sergio Garroni il quale fa presente come alla base di ogni concorso o festival, occorre ci sia la volontà ed il desiderio, da parte degli organizzatori, di volere lavorare a favore della musica, insomma essere piccoli imprenditori di noi stessi per cercare di fare, anche senza il denaro pubblico. Troppi sono coloro che vogliono organizzare con  il denaro pubblico  e magari alcuni, per propri interessi, non necessariamente economici. I festival, a dire di Garroni, sono tropo arroccati su se stessi, poco permeabili e gelosi del “ Loro” . Se non si infrange questo schema non si po’ creare alcuna rete.La rete c’è, sulla carta, ma mancano le trame che permettano di poter pescare e tutti i  pesci escono da essa.
Occorre:
un Team operativo che si occupi, della reperibilità dei fondi, bandi concorsi ecc.;
un sito efficiente ed aggiornato nel quale  far confluire le notizie e dare le notizie dei festival e concorsi facenti parte della rete;
che i concorsi offrano un’opportunità, l’un con l’altro e nella piena autonomia e libertà, di ospitare in gara (per i festival e non per le rassegne) uno dei vincitori del proprio concorso magari chiamando in giuria il direttore artistico del concorso gemellato che potrebbe scegliere lui, o lei, l’artista da premiare magari con l’accesso alla fase finale o di semifinale.

Inoltre Sergio Garroni informa gli intervenuti dell’iniziativa Codice Etico Della Musica (CEM)in via di lancio, vedasi www.livecem.it, con la quale cercare di far riconoscere dignità agli artisti che si esibiscono live nei locali e al contempo una promozione ai locali aderenti.
Viene resa nota, inoltre, sempre da Garroni la prossima apertura di un canale TV sul digitale terrestre del Lazio, Bouquet Roma Uno TV ma con applicativi per internet (streaming Video e pagina su FB), un canale tematico sulla musica, visibile in tutto il mondo. Un canale controcorrente, si chiamerà Controcorrente Tv, che aprirà un’importante pagina sui videoclip musicali ora che, a partire da MTV i grandi canali cambiano rotta; una bella sfida.

Interviene poi  per Voci della Libertà, il patron Michele Lionello, Il quale parla del concorso giunto alla sua 9^ Edizione collegato ad Amnesty International e che sta studiano di fare si che il medesimo si inserisca  nel filone dei Festival ad impatto Zero.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Recent Comments

F.I.O.F.A è l’acronimo di Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’Autore: una nuova realtà nel panorama musicale italiano nata per valorizzare e ampliare gli sforzi di tutti i festival più sani e generosi dedicati alla musica emergente di qualità, in particolare a quegli artisti e autori impegnati nella cosiddetta arte- canzone.

Recent Comments

Recent Posts