26
June , 2022
Sunday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

Sanremo positivo e negativo

Posted by adminfiofa On febbraio - 16 - 2011

Sanremo un analisi vista da lati diversi. Le due facce della medaglia.

Il positivo ed il negativo  letto da due diverse angolazioni…. Si può dire di tutto e di più, si può essere buonisti o non esserlo , ma comunque tutti ne parliamo e questo è già un successo, indipendentemente dalle canzoni, già le canzoni, perché è o non è il festival della canzone italiana?… bene addentriamoci con i commenti della nostra addetta stampa che ha avuto la costanza di vederselo tutto e di seguito con una mia personale disanima.
Ma quanti grandi!…e bravo Gianni!

di Tiziana Etna
Perché trattenersi e non esprimere un commento? a caldo… la prima serata del festival è da poco terminata  e abbiamo ancora tutta la settimana davanti, inoltre chi non fosse contento del risultato può sempre sperare nella possibilità del ripescaggio degli artisti esclusi. In questi mesi media e talk show non hanno fatto altro che rassicurarsi dalla presenza del capitano Morandi, quale garante della musica e c’è da dire che fin’ora non sembra deludere le aspettative. Intanto, partiamo a monte di questa prima serata , all’apertura del sipario dell’Ariston e alla struggente introduzione di Antonella Clerici dolcemente colorita dalla piccola che un po’ tutti gli italiani hanno atteso con lei e che è stata la mascotte, nascosta, del precedente festival. Con l’atmosfera di un’iniziazione, terminato il monologo guida per chi sogna un giorno di calcare quel palco, l’Antonella nazionale ha ceduto lo scettro al Gianni nazionale che prevedibilmente non  ha fatto ingresso dalla storica scalinata ma è arrivato di corsa attraversando il pubblico … avvolti da una scenografia pazzesca e lustrini anche su lo smoking di Morandi,  quel chè di intimo, di familiare, di tenero e sincero, gli occhioni nocciola di Mael, hanno commosso fino a far piangere, almeno io ho pianto.  Prerogativa di questa 61°edizione però è l’unità d’Italia e l’unità più volte richiamata dal presentatore e capitano della squadra che è in effetti proprio una squadra! Speriamo senza conseguenze; non è che Luca e Paolo ci siano andati piano… cantando cantando ! Ma sono stati fortissimi ed hanno retto il palco con lo stesso divertente cinismo che li ha visti esplodere come Iene. Delle due pulzelle ci asteniamo da qualsiasi commento, l’emozione, la limitata apparizione ma naturalmente abiti bellissimi, soprattutto quelli di Belen, per il resto il talento lo conosciamo perché se avessimo dovuto apprezzarle da stasera….non si capirebbe che hanno fatto in mesi di prove! ……… A questo punto è doverosa una rettifica, insieme ai Moda’ mi era sfuggita Emma, il talent Mediaset c’è e canta una gran bella canzone, anche Nathalie non ci ha delusi, forse un po’ Giusy Ferreri lo ha fatto o forse è solo questione di farci l’orecchio, ma la preferiamo come interprete personalissima di brani di storia contemporanea, anziché la falsa riga di un Liguabue al femminile. Non c’è volontà di fare due liste, ma non raggruppare i provenienti dai talent show è quasi impossibile, vista la caratura degl’altri artisti in gara, Tra i big dei veri grandi della musica e il trionfo del cantautore: Roberto Vecchioni, alla cui presenza il pubblico esultava,  Luca Madonia con Battiato, Albano, Luca Barbarossa..spiacenti per Anna Oxa, un mito di tanti quarantenni, musicalmente di alta qualità ma complicata per un giudizio popolare e forse troppo poco innovativa, un po’ come per l’altra Anna esclusa, la Tatangelo che forse per esorcizzare il triste destino avrebbe dovuto farsi ricamare una A di Anna dietro la giacca, la B di bastardo …si è rivelata tale.  Tricarico e la novella del tricolore, un nuovo inno,  il più folk Davide Van De Sfroos, suscita nei profani il ricordo di quelle idealistiche band della protesta sud americana, sicuramente tutt’altro contenuto … .ma  se solo avessero optato per i sottotitoli!mi vien da dire eh!!! Come nella pubblicità dell’Unità d’Italia, Lontano da qualsiasi congettura d’ordine politico, la musica italiana che si celebra a Sanremo è fatta anche di porzioni. Max Spezzali nella sua seconda parte sembra essere solo più maturo e pacato e si prepara con il suo solito stile ad accompagnare nel ciclo successivo tutti i fan che l’hanno apprezzato fin dagli albori, Patty Pravo?…l’adoriamo, la canzone è bella , a Nicoletta concediamo tutto, ma non sarà che la voce la stà abbandonando? Mentre La Cruz che raggiunse il successo con le sue cover, in questo festival ha portato la sperimentazione pura, un bel motivetto retrò condito di classico d’avanguardia. Quest’anno non solo il format si presenta diverso, l’artista che presenta, due belle more già ben affermate e due punzecchianti comici  sul medesimo palco, ma la qualità dei cantanti in gara è altissima e la sfida si fa dura!……………..
Cosa ci lascerà questo festival?…

di Pino Scarpettini

Bene Tiziana hai fatto una bella disanima scritta bene….. un po’ troppo celebrativa secondo me, ma molto ben fatta……..io non ho retto e ho visto a sprazzi il noioso spettacolo che vorrebbe essere una lontana parvenza di un varietà e che invece è un festival della canzone, insomma che cos’è?… un ibrido sconsolante dove la canzone ahimè langue di qualcosa che non si capisce bene….tutto abbastanza piatto e a volte si va indietro, ma male, e avanti non c’è che il minimo barlume di luce nuova o personalità o qualcosa che ti fa dire ” ca..o che bella!!”….. niente di niente e questo è il triste risultato di una discografia che non esiste più e di un sistema reality che ammazza gli artisti!…. ieri ho sentito anche il buon Arbore dire che non si sente più quella canzone e artista che ti fa saltare sulla sedia!!…… le varie Volare, Che sarà, Romantica, Gianna……. qualcosina di decente c’è ma è il solito standard di un Vecchioni inossidabile e stendiamo un velo pietoso su chi vuol sfruttare il tricolore per il 150° e poi, pur rispettando la bravura dell’artista, non  son d’accordo con le lingue incomprensibili dialettali, è come se cantassero in Inglese, forse peggio!… poi che c’entrano i comici, le bellone, e quantaltro distoglie dal titolo “festival della canzone italiana”….. mah! … una nota: sono state scartate non tanto per la canzone ma per aver presentato un’immagine di sè stesse che non è la loro, parliamo di Tatangelo e Oxa, apparendo manichini artefatti le hanno punite……….facendo un ripasso indietro, uno degli ultimi festival che ha tenuto conto che era il “festival della canzone” è quello di Aragozzini, mi sembra nel 90, dove il brano veniva eseguito in due versioni diverse cantante da due artisti diversi e dove i grandi della musica internazionale (veri) son venuti a cantare le nostre canzoni come Ray Charles in coppia con Toto Cutugno o la Dee Dee Bridgewater in coppia con i Pooh solo facendo due esempi…… ma è durato poco… scandali vari lo hanno affossato e poi e poi e poi sempre di male in peggio. Ma è inutile fare pianti sulla storia, bisogna guardare avanti, ma in un settore dove la discografia è cambiata e crollata in quei nobili meccanismi che creavano grandi artisti e dove la televisione si è sostituita alla discografia con metodi discutibili….. e poi vorrei dire di Morandi che lo apprezzo come cantante che si è evoluto nel tempo,onore al merito,  ma che non dovrebbe presentare, dei comici, bravi sì nel loro contesto ienesco, ma che non vedo nel palcoscenico della canzone, tantomeno a far disamine politiche e che dire delle due ragazze, belle, vestite bene, due soprammobili appetitosi…. Ma la canzone?
Vedremo il seguito… di questo varietà televisivo e chi ne uscirà e cosa ne uscirà e soprattutto cosa lascerà nell’animo e nel ricordo degli umani spettatori?

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Recent Comments

AUTORIZZAZIONE DEL TRIBUNALE DI AREZZO N.6/2011 DEL 13 /5/2011

Recent Comments

“Morirò a settembre” il video di Luca Janovitz

On lug-20-2011
Reported by adminfiofa

V-Accordeon Festival 2013

On ott-23-2013
Reported by adminfiofa

MIK3LINO prossima uscita

On giu-5-2011
Reported by adminfiofa

Tecniche audio digitali: IL DITHERING

On giu-14-2011
Reported by adminfiofa

Recent Posts