17
August , 2018
Friday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

  I progetti partono con l’inizio dell’anno accademico del laboratorio “TrollsLab” per la scoperta, la formazione ...
  Un cd per illustrare il progetto. di Tiziana Etna Il 16 giugno in via della Madonna a ...
 CASTING  Cercasi attori e attrici, con appoggio a Milano, età scenica 25/35 anni, per lo spettacolo ...
Christmas Rock si fa in due...............   Arrivato alla sua IV Edizione l'evento verrà proposto in due ...
Finalmente su Itunes l'EP di Flavia Marrali! Il primo passo in attesa dell'album finale nel ...
ABLATIVO ASSOLUTO NON C’ERO CON LA MENTE ( CD Top records ) Il gruppo degli ABLATIVO ASSOLUTO, ...
La XV edizione di Voci per la Libertà cerca 9 emergenti per il suo palco! Al ...
Musica Controcorrente, concorso per la canzone d'autore L'Associazione Musica ControCorrente bandisce la decima edizione del concorso ...
 Anche noi del fiofamagazine desideriamo proporvi l’Oroscopo d’Autore, partendo proprio da questo giugno e per ...
AGOSTINO CELTI all’anagrafe Agostino Guarino, (Milano 7.12.1959) autore, compositore ed interprete. In oltre trent’anni di attività, scrive centinaia ...

Archive for marzo, 2016

Conclusa la 59°edizione del Festival del Miccio Canterino

Posted by adminfiofa On marzo - 20 - 2016 ADD COMMENTS

Otto Contrade: Leon d’oro, Quercia, Lucertola, Ranocchio, Pozzo, Cervia, Madonnina, Ponte, in continua sfida tra loro e paradossalmente una porzione di territorio calorosamente unito nella competizione, una sana competizione che si ferma solo pochi giorni l’anno ma nell’animo dei contradaioli non si ferma mai. Stiamo parlando del Palio del Miccio in quel di Querceta che da’ il la ad una serie di gare folcloristiche, tra le quali quella che ha interessato il nostro giornale dedicato ai Festival e alle nuove rivelazioni musicali e che non può restare indifferente alla cura ed alla qualità delle Canzonette e del Festival del Miccio Canterino.

La 59°edizione si è appena conclusa con la vittoria del Ranocchio e della voce di Giulia Mutti con il brano “Facile”, un artista insolitamente del luogo e tra l’altro con il cuore in un altra contrada, a dimostrazione dell’unità manifestata attraverso lo stesso orgoglio di appartenere e di conservare la tradizione con tanto entusiasmo. Insolitamente perchè in quasi sessant’anni di Miccio Canterino sono molti gli artisti famosi e più o meno noti che hanno calcato il palco del Palasport di Forte dei Marmi, naturalmente provenienti da tutta l’Italia cosi come i direttori d’orchestra che li hanno accompagnati. Una rigidità di regolamento per le canzoni e per la giuria ed una orchestra altamente professionale che riportano molto al paragone con il Festival italiano per eccellenza, ma che a spirito campanilistico lo supera di gran lunga. Solo per la capacità che ha di far cantare a tutti ma davvero a tutti gli artisti, le gesta, la storia e le situazioni di una precisa zona toscana , eh si! Perchè le canzoni in gara devono parlare del palio, dei micci: asini in vernacolo versigliese e delle contrade con i loro premi, tra i quali il piu’ ambito è il gonfalone ed i colori …e allora è fantastico ascoltare Povia, Gio’ di Tonno, Masini, Siria, Maggio, Rubino e tantissimi altri che abbiamo visto affermarsi proprio al festival nazionale, raccontare con ritmi, melodie e groove le storie di questa gente entusiasta.

Organizzato dalla Proloco di Querceta e dall’operosità di ogni contrada, il 59° Festival del Miccio Canterino è stato presentato da Serena Boldrini il 17,18 e 19 marzo, quando le contrade hanno mirato alla “Lira” (il premio), sfoggiando e cullando i propri cantanti in gara; in questa edizione: Renzo Rubino con il brano l’Imbranato del 56 per la contrada Leon d’oro ha diretto Lorenzo Sebastiani , Giulia Luzi con L’amore fa’ per la Quercia ha diretto Giancarlo Di Maria, Andrea Maestrelli con La regina delle contrade per la Lucertola ha diretto Massimo Morini, Giulia Mutti con Facile per il Ranocchio ha diretto Filippo Martelli, Lorenzo Iuracà accompagnato dalla chitarra di Giovanni Giustiniano in Hanno rubato il Gonfalone per la contrada il Pozzo ha diretto Andrea Benassai, Niccolo’ Cavalchini con il brano Come Eroi per la Cervia ha diretto Alessandro Casini, Luca Sala Questa notte mia per la Madonnina ha diretto Mario Natale e Antonio Maggio con l’Animale per la contrada il Ponte ha diretto Marco Iardella.

Otto belle canzoni, otto artisti bravissimi, ed otto tifoserie fantastiche; ma a dirla tutta siamo stati un po’ di parte!

di Tiziana Etna

Recent Comments

F.I.O.F.A è l’acronimo di Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’Autore: una nuova realtà nel panorama musicale italiano nata per valorizzare e ampliare gli sforzi di tutti i festival più sani e generosi dedicati alla musica emergente di qualità, in particolare a quegli artisti e autori impegnati nella cosiddetta arte- canzone.

Recent Comments

erminia moscato su RAITV 7/11

On nov-3-2010
Reported by adminfiofa

artecanzone nelle scuole

On mag-27-2012
Reported by adminfiofa

Musica Controcorrente 2011

On apr-4-2011
Reported by adminfiofa

Jim Marshall ci ha lasciato

On apr-6-2012
Reported by adminfiofa

Recent Posts