18
October , 2018
Thursday

fiofamagazine

diamo voce alla musica

Natale con i Bambini dell’Associazione KIM Onlus   Il 21 dicembre 2011 alle ore 20 presso l’Auditorium ...
Nuovo tour per gli Zen Circus, e un Ep per il prossimo Record Store Day   di ...
Una nuova scommessa di ISI Produzioni: ALESSANDRA LOZZI, cantautrice di grande livello ma...non fatevi ingannare ...
Il nuovo album del M° Marco Vavolo conferma tutto il talento e la creatività di ...
IL TRITACARNE DELL’ESPERIENZA di Stefano Torossi Jesus Christ Superstar. Una meravigliosa avventura. Anno 1973. Questo titolo ci ...
ENRICO SANNINO Nasce a San Giorgio a Cremano (NA) il 24 agosto 1961. Da piccolo manifesta ...
Moda e Musica: un amore lungo mezzo secolo   di Claudia Proietti Dalla metà degli anni Cinquanta, da ...
di Tiziana Etna Per la seconda volta a Livorno “Caveman, l'uomo delle caverne”, il divertente e riflessivo ...
Addio Vincenzo!!! Scompare un amico ed un grande maestro di vita per chi come me da ...
"VIDEONOTE", IL TUO PALCO Registra e invia la clip di una canzone produrremo il tuo video e ...

Archive for the ‘blog’ Category

Deaphotoexpo: nel contesto anche “Identity Jazz” scatti di Elisa Heusch

Posted by adminfiofa On settembre - 24 - 2018 ADD COMMENTS

Perchè tra i tanti lavori esposti in occasione di Deaphotoexpo 2018 noi ci interessiamo proprio ad Elisa Heusch ed al progetto fotografico dal titolo  “Identity Jazz”?

Prima di tutto vorrei fare delle scuse a quanti leggono il nostro magazine se ogni tanto mi concedo un tono da blogger e non resisto al piacere di esprimermi in prima persona. Il focus su Elisa  sarebbe presto giustificato dal fatto che nel contesto di “Deaphotoexpo 2018″ presenta delle immagini fortemente evocative del mondo musicale, in particolare la Heusch ha seguito la vita artistica e privata del musicista  Andrea Pellegrini, cercando di imprigionare nell’istante fotografico il sentire vivido e creativo del soggetto, fino ad ottenere la percezione illusoria di suoni, colori e movimenti. Il tema del progetto fotografico è certamente un motivo per interessarsi agli scatti di Elisa Heusch, tuttavia è vero solo in parte,  la verità è che conosciamo Elisa e sappiamo come attraverso il valore puro e profondo della musica, la sua passione per la fotografia costituita da talento, amore, umanità, serietà e simpatia, ha disegnato un sentiero che ci unisce….e motivo per cui ho scelto di parlarne  in maniera diretta e senza limitarmi ad “Identity Jazz”  ; che invece lascierò presentare a lei stessa, o a buttarmi in recensioni non di mia competenza. E’ solo l’occasione per far conoscere chi c’è dietro all’obiettivo a chi ci segue e a quanti si recheranno a vedere la mostra.

Abbiamo conosciuto Elisa Heuch in occasione della canzone a sostegno dell’alluvione di Livorno, volontaria come tutti ha messo a disposizione tanta professionalità e tanto cuore, nell’ultimo anno ci siamo viziati con le sue immagini che colgono, esaltano, concentrano, sottolineano e ci siamo emozionati con i suoi giochi di luce e contrasti e ci piace tanto vederla girare intorno al palco o nel backstage. La musica l’ha chiaramente ispirata, tuttavia non limitata ed al di fuori di questa occasione e del tema musicale: emoziona; quando guardi con i suoi occhi.

Tiziana Etna

Elisa Heusch, fotografia

Nata e cresciuta a Livorno (classe 1981), si è appassionata alla fotografia durante gli anni dell’università (triennale di Scienze Giuridiche).Dopo aver frequentato corsi di fotografia e postproduzione ha partecipato ad alcune esposizioni collettive, ma la svolta è arrivata con un’esperienza annuale come fotografa in strutture turistiche in Messico. Tornata in Italia si è diplomata presso la Scuola Internazionale di Fotografia e arti visive APAB di Firenze. Fa parte dell’Associazione FotoClub Nove di Livorno (Circolo associato FIAF) da marzo 2013 e sta collaborando con diversi fotografi di Livorno e Firenze e con l’associazione culturale Deaphoto di Firenze nell’ambito delle recensioni di mostre e festival fotografici.

 JAZZ IDENTITY

L’esperienza di vita di Andrea Pellegrini

 “La musica nella mia vita ha da sempre un ruolo assolutamente centrale e prioritario, sia per quanto riguarda la storia della mia famiglia e le mie origini, sia per quanto riguarda le mie scelte e le mie esperienze di vita anche più recenti. Non mi ha praticamente mai abbandonato questa centralità della musica…

Andrea Pellegrini, musicista Jazz, compositore ed insegnante livornese, classe 1963, dedica la sua vita alla produzione e diffusione di questo genere musicale, con immensa passione e dedizione che si tramandano ormai da sette generazioni.

“…la parola Jazz per me ha sempre coinciso con la parola musica… musica per me è identità, è vita, è il quotidiano (…) Sia che io faccia lezione al conservatorio, o in una piccola scuola di musica, o nel mio Jazz-Lab, sia che parli coi miei figli di musica, o che io suoni o scriva musica, al centro c’è sempre la “palla di fuoco”, cioè quel tipo di emozione che io non posso far a meno di coltivare, di donare, e di trasmettere il più possibile agli altri”.

Ho seguito per due mesi Andrea in vari suoi momenti ed esperienze professionali, partecipe della sua passione. Le sue note trasmettono vibrazioni profonde, testimonianza di una perfetta coincidenza tra il suo mondo artistico e la sua sfera più intima e privata.

 

 

 

Elisa Heusch

 

Una nuova rubrica: “Insegnare canto nel nuovo millennio” con Elisa Bartalini

Posted by adminfiofa On settembre - 19 - 2018 ADD COMMENTS

Elisa Bartalini:  cantante, clarinettista, professionista impegnata nella “Musica a 360 gradi”, ha, in particolare, il grande dono dell’insegnamento come missione. Preparata nell’uso della voce, nelle varie tecniche dello studio del canto e nella cura della voce.

Sono felice di presentare una rubrica periodica che il Coach Elisa Bartalini terrà per il nostro giornale dal titolo :

INSEGNARE CANTO NEL TERZO MILLENIO …

Un occasione per i lettori di fiofamagazine.com desiderosi di conoscere ed approfondire aspetti teorici del mondo musicale.

Rubrica pubblicata in “Didattica”

Un caro saluto
L’editore
Pino Scarpettini

Maremma Spettacoli Onlus, promuove gli artisti, sostiene altre Onlus e riqualifica il territorio

Posted by adminfiofa On settembre - 15 - 2018 ADD COMMENTS

Maremma Spettacoli Onlus, promuove gli artisti, sostiene altre Onlus e riqualifica il territorio; queste le finalità e le soluzioni proposte da Maremma Spettacoli, oggi Onlus, in sede di conferenza stampa che si è svolta a Follonica nella bellissima sala Tirreno del Comune, lo scorso 12 settembre 2018. All’evento era stata invitata la stampa i suoi rappresentanti e/o eventuali referenti di zona di associazioni, organizzazioni, enti e naturalmente i referenti della giunta. Malgrado non vi sia stata una grande partecipazione, le interessanti strategie proposte dalla nuova Onlus meritano di essere comunicate e sostenute, in primis perchè ad animare l’organizzazione di eventi spettacolari è un organizzazione non lucrativa, poi perchè il particolare riguardo è rivolto ai giovani artisti e alle nuove bellezze della terra di Toscana che attraverso la cura dell’associazione possono avere occasioni di vetrina e di sviluppo. “Creando eventi di natura spettacolare, solo ed esclusivamente a scopo benefico, sul territorio, si fa conoscere la nostra terra ricca di talenti e di cose belle e diamo ai giovani dei motivi per rivalutare la zona” : suggerisce Giuliano Caliero presidente di Maremma Spettacoli Onlus e continua: “sosteniamo nelle’organizzazione di eventi voluti da altre Onlus con il fine di raccogliere fondi e sensibilizzare, partecipiano ad una causa di utilità sociale e/o umanitaria, promuovendo l’arte e lo spettacolo maremmano. Organizzando eventi di qualità inevitabilmente la terra di Maremma verrebbe maggiormente conosciuta ed apprezzata”. Per conoscere meglio l’associazione l’invito è visitare il sito www.maremmaspettacoli.com e le pagine facebook dedicate.
Tiziana Etna

Maremma Spettacoli eleva ad Onlus le sue finalità

Posted by adminfiofa On agosto - 30 - 2018 ADD COMMENTS

Il 12 settembre, presso la sala Tirreno del Comune di Follonica, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione del progetto dell’associazione, ora Onlus Maremma Spettacoli; la conferenza è aperta a quanti desiderano approfondimenti, alla stampa e ai rappresentanti di associazioni Onlus e No profit dei comuni toscani, ma in particolare dei comuni che costituiscono la maremma. “E’ importante”, spiega il direttivo di Maremma Spettacoli Onlus,”che siano presenti altre associazioni attive in ambito umanitario, sociale, culturale e turistico, perchè ci poniamo come supporto organizzativo per eventi a scopo rigorosamente solidali, ma a dirlo così è riduttivo,ed ecco perchè vi invitiamo a partecipare all’incontro di presentazione”. In attesa della conferenza stampa, anticipiamo che Maremma Spettacoli è nata come associazione di promozione sociale con la mission di sostenere il talento emergente attraverso la creazione di una rete costituita da realtà esistenti e progetti ideati per contribuire alla riqualificazione del territorio, Maremma Spettacoli eleva le sue finalità ad “Onlus” ed in qualità di organizzazione non lucrativa di utilità sociale, si pone al servizio di tutti, in particolare di enti, imprese ed associazioni che perseguono obbiettivi ed interessi comuni a quanti vivono, lavoro e costruiscono nel territorio maremmano. La maremma offre un territorio naturale con molti paesaggi e risorse, ricco di storia ma dal fascino selvaggio, un territorio interessante sotto molti punti di vista, in particolare l’aspetto turistico, dai monti al mare, con i suoi borghi, le colline e le sue acque termali, le pinete e le sue caratteristiche tradizioni, una terra tuttavia poco promossa e poco conosciuta anche dalla stessa toscana, Qui archeologia ed arte sono sinonimi e in una società corrotta dalla leggerezza mancano di pretesti ludici e d’intrattenimento atti ad offrire maggiori occasioni per esplorarla, per percepirne le energie e per raccontarla. L’organizzazione di eventi che partecipano al raggiungimento di obbiettivi socialmente utili o/e che favoriscono la sensibilizzazione a problematiche oggettive del luogo o della nazione, attraverso occasioni ricreative e spettacolari può rivelarsi un valido strumento, sia per la terra di Maremma che per gli artisti che qui nutrono il loro talento, per contribuire alla realizzazione di cause umanitarie aiutando al contempo, l’ampliamento dell’offerta turistica del territorio.
L’esperienza di oltre tre decenni di attività nel settore artistico sia a livello nazionale che sul “campo maremmano”, agli albori come dj, oggi come art director, di Giuliano Caliaro, ideatore e fondatore di Maremma Spettacoli, unito al desiderio profondo ed in un certo senso romantico di questo uomo di dare valore culturale alla visione popolare dello spettacolo, è la garanzia di apertura ad alleanze a scopo benefico con altri movimenti. Maremma Spettacoli Onlus espande il suo operato al servizio della sinergia, prestando attenzione e cura agli artisti emergenti ed affermati di ogni disciplina, ed in condivisione con azioni umanitarie e sociali partecipa alla promozione e la riqualificazione della maremma.
di Tiziana Etna

Letta da Flavio Insinna; la fiaba senza età di Danil per i bimbi di Amatrice

Posted by adminfiofa On agosto - 26 - 2018 ADD COMMENTS

Se non osi non saprai mai se avresti potuto realizzare di più; e se hai la fantasia e l’intraprendenza di scrivere storie è perchè hai una gran voglia di comunicare e sicuramente se i tuoi contenuti arrivano al cuore anche di poche persone è gia una vittoria; ma lo è ancora di più se a sostenere il tuo progetto è una celebrità, del tipo che più ama la gente perchè vicina alla gente, come lo è Flavio Insinna e se con i tuoi contenuti partecipi attivamente e concretamente a qualcosa di più grande, be’ allora è una gran vittoria. Daniela Lotti è Danil, autrice del libro:”L’orologio e l’incantesimo del tempo”, da oggi anche audiolibro.
Danil ha “osato” chiedere” con animo solidale e Flavio Insinna con lo stesso animo ha risposto; il comunicato giunto in redazione racconta testualmente:-
“…Lo scorso 2 luglio, Insinna ha pubblicato un messaggio sulle pagine dei social network con su scritto “Una fiaba per bambini e adulti il cui ricavato verrà donato in beneficenza ai bambini di Amatrice. Spero di vedere la vostra foto con il libro in mano!”, … coinvolgeva il pubblico di tutta Italia ad acquistare il libro di Daniela Lotti per aiutare i bambini di Amatrice. Da lì si sono susseguite numerose condivisioni, che, sotto l’hashtag “#MettiamociLaFacciaDaje”, hanno raccolto adesioni da parte del pubblico italiano…”
Premesso che il ricavato della vendita del libro è donato all’Istituto Omnicomprensivo di Amatrice, l’invito di Insinna ad acquistare il libro era probabilmente la risposta che Danil sperava, possiamo solo immaginare quale grande soddisfazione e gioia abbia provato l’autrice toscana quando il Flavio nazionale ha abbracciato il suo progetto, decidendo di essere la voce narrante dell’audiolibro “L’orologio e l’incantesimo del tempo”.
Registrato presso lo Studio Larione 10 di Firenze,l’audiolibro è stato realizzato in collaborazione con l’autore e musicista fiorentino Luca Bechelli, autore delle musiche presenti all’interno ed è stato presentato domenica 26 agosto presso l’Area del Gusto di Amatrice, alla presenza dell’autrice Daniela Lotti alias Danil, di Flavio Insinna, del Consigliere della Regione Lazio Sergio Pirozzi e del musicista Luca Bechelli. L’evento è stato mediato da Moka che ne ha condotto le interviste.
L’invito è naturalmente quello di acquistare l’audiolibro, recuperare un pò di buone abitudini e di buone letture per i nostri bambini e per i bambini di Amatrice.
di Tiziana Etna

Ambire ad un palco di Sanremo?non è l’Ariston! istruzioni per l’uso…

Posted by adminfiofa On febbraio - 12 - 2018 ADD COMMENTS

Il palco dell’Ariston per il festival di Sanremo è una meta ambita da tanti, per non dire quasi tutti, tanto prestigioso da far sembrare prestigioso tutto quello che gli ruota intorno, ci sono davvero tante iniziative collaterali e danno spazio ai giovani artisti emergenti che si sono distinti conquistando premi di spessore nazionale o nel panorama della discografia indi, ma gli artisti che ambiscono a conquistare anche un palco nei dintorni, devono stare molto attenti o per lo meno devono diventare consapevoli. Ci sono eventi ed eventi ed è possibile che qualche agenzia di spettacolo vi chieda dei soldi per farvi esibire, magari promettendo qualche intervista tra la moltitudine di radio presenti in quei giorni, che sarà radio “stavo meglio a casa se penso che un talent scout si accorga di me”, è giusto fin qui; all’organizzatore quello spazio costerà molto, Il problema sarà vostro se avrete aspettative, cogliete l’occasione per conoscere chi come voi, promuovere i vostri progetti, fare pubbliche relazioni. Volevo pubblicare ciò nella sezione didattica ma poi ho optato per il blog, per raccontare la mia esperienza ed assumere toni personali e confidenziali.

Sono apena rientrata da Sanremo, per la quinta volta in occasione del festival; i primi tre anni insieme al nostro editore Pino Scarpettini per accompagnare le rivelazioni Fiofa, Cloudisque o Spazio d’Autore, certo non c’erano tutti gli artisti iscritti ma erano rivelazioni autentiche scelte per essere li e non paganti. Il mio quarto Sanremo fù da freelance e l’attenzione andò ad un gruppo, nel quale c’era un artista calabrese che stimo molto, tutti nervosi e disagiati mi raccontarono di questi manager che vendevano l’esibizione di due brani, pompandosi la bocca con casa sanremo o dove è la sala stampa e promettendo di essere ascolati da chi conta per poi ritrovarsi a cantarne uno e pure tagliato in una stanza a porte chiuse. Niente di tutto ciò è stat da me vissuto in questo Sanremo, sicuramente qualche gruppo di seguito a presunti manager ci sarà stato e qualcuno di loro sarà stato deluso della location e dal prezzo di una esibizione, ma i ragazzi con i quali ero, erano i protagonisti di un programma tv consapevoli di svolgere una registrazione conclusiva e desiderosi di trascorrere qualche giorno insieme in una vacanza musicale adatta alle loro aspirazioni e si sono ritrovati a passare le giornate ad attendere una camera, tra l’altro pagata, perchè l’organizzazione negli stessi giorni(della quale non si viene a capo) aveva venduto due e tre volte la stessa camera. Non si puo’ fermare questo sistema di cose, solo imparare a riconoscerlo prima di cadere vittime. L’esperienza insegna a muoversi autonomi, a quanto pare anche nel trovare alloggio e se si aderisce a qualcosa che si paga essere consapevoli che puo’ portare solo a socializzare, anzi cogliere l’occasione per promuoversi e non farsi notare…non è il contesto!

Nessun produttore mai vi porterà all’Ariston per il Festival senza avervi fatto fare un lungo percorso, neanche chi ne ha le possibilità.

Tiziana Etna

“Che vi Piaccia o no”…il LIVE

Posted by adminfiofa On dicembre - 2 - 2017 ADD COMMENTS

 

Tra le tante iniziative solidali nate a seguito dell’alluvione,che la notte tra il dieci e l’undici settembre scorso ha messo in ginocchio Livorno, c’è “Che vi piaccia o no”, il brano che un gruppo di artisti livornesi, provenienti da progetti e generi musicali anche molto differenti tra loro, hanno scritto, suonato e cantato insieme per aiutare la città e per ricordare che uniti è meglio. Il ricavato del brano, in vendita a 0,99 centesimi in tutti gli store digitali, sostiene interamente la causa “Livorno nel Cuore” del Comune di Livorno devolvendo al conto corrente dedicato i proventi delle vendite. Per amplificare il messaggio e per sostenere altre eventuali azioni sul campo, di associazioni ed enti che ancora lavorano per guarire la nostra città, gli artisti in questione hanno costruito uno spettacolo e passa in rassegna i differenti mondi musicali, prima di riunirli nel brano che ha creato il sodalizio; la prima di “Che vi piaccia o no” il Live, si terrà domenica 3 dicembre alle 16,30 presso il teatrino di villa Mimbelli. “Che vi piaccia o no; il LIVE”,s’inserisce nella programmazione artistica affidata ad “Animazione e Spettacolo Cocorito di Andrea Suardi” nel contesto del Villaggio di Natale voluto da Proloco Livorno.

Sul palco in rappresentanza di Livornesi per Livorno: Lorenzo Iuracà, Mikol Zanni, Gabriele Puccetti, Mr Nebbe (Davide Sessa), Chiara Prispoli, Sara Puntoni, Sara Tommasini, Eleonora Vecchio, Teresa Rotondo, Emiliano Polonia, Roberto Rombi, Giovanni Giustiniano, Stefano Silvestri, Federico Cosci, Andrea Cattani, Marta degli Innocenti.

di T.E.

Open Day Polo Artistico Livorno: corsi di strumento,canto ed altro; mercatino musicale e Jam Session

Posted by adminfiofa On settembre - 11 - 2017 ADD COMMENTS

Sabato 16 settembre 2017 l’Asd IxI Vinile vi attende all’Open Day,
sarà dunque possibile partecipare alle lezioni e alle dimostrazioni aperte per tutto il pomeriggio e porte aperte al mercatino musicale… “hai uno strumento o un disco da scambiare? Portalo con te! Ed in serataIl Polo Artistico Vinile si augura di concludere l’openday con una super JamSession tra insegnanti e amici vecchi e nuovi”.
I corsi individuali di strumento con insegnanti qualificati (dettagli sul sito: www.ineditiperinterpreti.it) verranno presentati sabato 16 settembre al Vinile, in via Boccherini, 22 57124 Livorno, si tratta di lezioni di: pianoforte, batteria, chitarra, basso, canto ed home recording. Corsi collettivi di canto. Percorsi di Rio Abierto: un’interessante attività olistica tutta da scoprire. Non mancherà di essere illustrato il progetto Inediti per Interpreti studio I corsi di Tango Argentino previsti per ottobre, verranno diversamente presentati in un open day dedicato il giorno 26 settembre 2017.

Con l’arrivo di settembre ha inizio la nuova stagione del Polo Artistico, la prima del Polo Artistico “Vinile”.
Il Polo Artistico IxI Vinile è un Asd e anche se nasce sotto una spinta prevalentemente artistica musicale è stato ideato per accogliere diverse tipologie di eventi.
All’interno del Polo è attivo attualmente lo studio di registrazione, creazione ed elaborazione di brani musicali denominato: “Inediti per Interpreti” ed uno spazio spettacoli attrezzato: “Vinile”, il quale collabora al buon esito dei vostri eventi eventuali, organizzando buffet, apericena o altro tipo di soluzioni e riconoscendo all’artista, all’ente o all’associazione che organizza, una percentuale dell’incasso dell’evento organizzato, oltre a realizzare iniziative ideate dal direttivo o dai soci con progetti attivi all’interno. Questa soluzione nasce dal desiderio di offrire all’artista, all’ente o all’associazione l’opportunità di presentare o realizzare i propri progetti con lo stimolo di un esperienza condivisa.
Il Polo Artistico Asd IxI Vinile, si dice sempre felice di ospitare enti ed associazioni a carattere umanitario e/o collaborare artisticamente alla realizzazione degli eventi benefici. E’ disponibile spazio per mostre e sono possibili presentazioni video.
In oltre, aule per lezioni o prove individuali e collettive sono a disposizione dei soci che possono prenotarle sia ad ore che a giorni prestabiliti, costituendo l’offerta e l’opportunità di vivere il Polo per quello che desidera rappresentare; non una scuola di musica e neanche un club che offre concerti, ma un luogo dove conoscere e farsi conoscere, esercitarsi, divertirsi e creare.
A tal proposito sono in programma laboratori e corsi ed il Polo Artistico Vinile è lieto di promuovere gli insegnanti ed i coach; pionieri sostenitori del progetto per esteso. Ben accolta la collaborazione con scuole, associazioni e progetti, operanti in altre zone del territorio nazionale.

Tiziana Etna

Sanremo 2017: vince la vita!

Posted by adminfiofa On febbraio - 13 - 2017 ADD COMMENTS

di Tiziana Etna
Quest’anno la nostra redazione ha vissuto il festival da un altra prospettiva e, con dispiacere, la kermesse dell’Ariston non è stata seguita con attenzione e spirito critico, non sono quindi possibili considerazioni in merito alla direzione artistica e alle dinamiche dei presentatori, dello spettacolo in generale. Meno che mai c’e’ spazio per il gossip; tuttavia concediamoci una silenziosa riflessione in stile Crozza al bar con Adam Kadmon: ” Carlo e Maria-Maria e Carlo… e Sanremo esperimento di un unica entita’, intanto sembra non avere piu’bisogno di statuarie e meravigliose creature. Comunque, questa mancata partecipazione televisiva ha permesso un attento ascolto delle canzoni e la visione di tutti i videoclip ufficiali ed involontariiamente ci ha concentrati sul vero obbiettivo del festival : “la canzone italiana”. Le canzoni che piu’ ci hanno emozionato in passato hanno raccontato faccende di vita, spesso tristezza e solitudine, parole che abbiamo contestualizzato in qualche vicenda personale e ci hanno fatto da specchio, gli orrori e le mancanze del sociale sono stati argomento d’ispirazione per moltissimi autori e di conseguenza nate correnti cantautorali: la canzone melodica, quella ribelle, di protesta…e poi di nuovo, la neomelodica. Cio’ che ha contraddistinto questo Sanremo e’ un cambiamento nei contenuti dei testi delle canzoni, oltre che nel sound. L’autore scrive il mondo che vive, e’ il valore storico della canzone no!?, si e’percepito un nuovo modo di affrontare la vita, basti pensare ai primi tre brani classificati, dal terzo al primo:”Vietato morire”"Che sia benedetta” Occidentali’s karma”, al festival di Sanremo 2017 ha vinto la vita! Non sono piu’i fattie i sentimenti negativi il tema preferito, bensi’il valore della vita e la capacita’innata di dirigerla. Ora, tornando alle considerazioni classiche si apprezza una nuova tendenza anche nel soud, le ultime due edizioni avevano evidenziato un certo vecchiume nelle canzoni presentate soprattutto dai giovanissimi, ma era gia’manifesto il desidmerio di modernita’; e a dirla tutta e’un sollievo, qualcuno ha temuto che solo reppare fosse considerato attuale.
Piu’brani meritavano il podio, indice di una crescente qualita’, qualunque esito avrebbe creato disappunti e conferme, stesso Gabbani, appena nato e’stato visibilmente imbarazzato del primo posto, sul secondo andato a Fiorella Mannoia, rendendo comprensibile lo sdegno di molti. A Sanremo deve vincere la canzone, se Francesco Gabbani e’ a due festival su due, nuove proposte e vip, probabile che sia perche’con i suoi riferimenti sociofilospirituali tocca i tasti che vogliamo sentire e sa farlo al ritmo giusto. Senza entrare in merito delle polemiche, il brano della Mannoia e’ destinato ad entrare nella storia e lei e’ sempre attualissima.

Cantanti e Musicisti sono fra le persone più forti e coraggiose sulla faccia della terra (David Ackert – Los Angeles Times)

Posted by adminfiofa On settembre - 9 - 2015 ADD COMMENTS

piano

Cantanti e Musicisti sono fra le persone più forti e coraggiose sulla faccia della terra. In un solo anno affrontano il rifiuto quotidiano da parte delle persone in misura maggiore di quello che gli altri vivono in un’intera vita.
Ogni giorno affrontano la sfida finanziaria di vivere uno stile di vita freelance, la mancanza di rispetto della gente che pensa che dovrebbero trovarsi un lavoro vero, e la loro stessa paura di non lavorare più in futuro.
Ogni giorno, devono ignorare la possibilità che la visione a cui hanno dedicato la propria vita sia un sogno irrealizzabile. Con ogni nota espongono se stessi, emotivamente e fisicamente, rischiando critiche e giudizi.
Ogni anno che passa, molti di loro guardano come i loro coetanei raggiungono gli obiettivi di una vita normale, … la macchina, la famiglia, la casa, i risparmi.
Perché?
Perché musicisti e cantanti sono disposti a dare la loro intera vita ad un solo momento, a quella melodia, a quella frase, a quell’accordo o a quell’interpretazione che toccherà l’anima del pubblico.
Cantanti e Musicisti sono persone che hanno assaporato il succo della vita in quel momento cristallino in cui hanno fatto uscire il loro spirito creativo e hanno toccato il cuore di qualcun altro. In quell’istante erano più vicini alla magia, a Dio e alla perfezione di quanto chiunque altro avrebbe mai potuto. E nei loro cuori, sanno che dedicarsi a quel momento vale più di mille vite intere.
David Ackert – articolo del Los Angeles Times

Recent Comments

F.I.O.F.A è l’acronimo di Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’Autore: una nuova realtà nel panorama musicale italiano nata per valorizzare e ampliare gli sforzi di tutti i festival più sani e generosi dedicati alla musica emergente di qualità, in particolare a quegli artisti e autori impegnati nella cosiddetta arte- canzone.

Recent Comments

Al via Voci per la Libertà

On feb-1-2011
Reported by adminfiofa

Imaie sì Imaie no cosa succede?

On nov-10-2010
Reported by adminfiofa

Debutti a teatro

On dic-11-2011
Reported by adminfiofa

Recent Posts